Bande di Bollinger Opzioni Binarie: come usarle e guadagnare con il trading

Le bande di Bollinger per le opzioni binarie possono essere sfruttate in maniera attenta e precisa per poter ottenere un buon profitto in maniera altamente semplice e professionale.

Ecco come sfruttare al massimo questo genere di grafico in modo tale da poter ottenere dei guadagni.

Da cosa è composto il grafico?

Il grafico delle bande di Bollinger è composto da una vasta gamma di elementi che permettono effettivamente di ottenere un buon profitto.
In particolar modo occorre sottolineare come esso sia composto da linea:

  • inferiore;
  • centrale;
  • superiore.

Grazie a questi tre elementi sarà possibile raggiungere un livello di soddisfazione unico. Ovviamente le diverse linee dovranno essere impostate manualmente a seconda delle proprie esigenze, in modo tale da poter focalizzarsi maggiormente sui valori e sulle azioni da compiere.

Bande di Bollinger: come si usano?

Le bande superiori ed inferiori vengono impostate in maniera semplice, senza che vi possano essere complicazioni. Occorre controllare il tipo di andamento dell’indice ed ovviamente si deve:

  1. scegliere un lasso di tempo medio di analisi;
  2. impostare il valore massimo che non viene raggiunto;
  3. impostare il minimo che fino a quel momento non è stato toccato.

Si parla quindi di valori che devono essere scelti prendendo in considerazione i tetti minimi e massimi raggiunti in quel lasso di tempo: se il valore superiore è stato pari a 1000, la banda superiore potrà essere impostata a 1100 o di più e lo stesso vale per la banda inferiore.

Lo scopo delle bande di Bollinger

Assieme ad altri dati che devono essere analizzati e che permettono effettivamente di avere una panoramica generale, occorre prestare attenzione a qualche dato che permette di operare in maniera corretta.

Quando l’indice supera una delle due bande di Bollinger occorre cercare di controllare se, il prossimo movimento, risulta essere opposto. Generalmente si viene a manifestare tale tipologia di situazione in quanto, raggiunto un certo livello, l’indice tende a compiere un tipo di inversione.

Pertanto si deve sempre verificare il modo di comportarsi dell’indice stesso ed ovviamente occorre apportare le modifiche necessarie alla banda per effettuare operazioni corrette.

Operare con le bande di Bollinger opzioni binarie

Per poter ottenere un profitto generalmente occorre attendere il momento in cui la banda di Bollinger viene superata.
Questo per il semplice fatto che, da quel momento in poi, la possibilità che vi sia un’inversione dell’indice aumenta ogni sessanta secondi.

Bande di Bollinger 60 secondi: 3 passaggi

Pertanto occorre:

  1. Analizzare le bande ed il grafico
  2. Valutare il movimento successivo dopo il superamento della banda
  3. Operare nel momento in cui si ritiene che il trend sarà opposto rispetto quello effettuato fino a quell’istante

In questo modo sarà possibile poter effettivamente riuscire ad ottenere il miglior tipo di risultato possibile sfruttando questo particolare grafico.

Altre guide e consigli sul trading

Costruzione di un portafoglio titoli, la teoria di Markowitz Costruzione di un portafoglio titoli, come raggiungere questo obiettivo? Quali i passaggi da seguire? Una delle teorie considerate più affidabili per la costruzione di un portafoglio titoli è stata elaborata dall’economista americano Harry Markowitz. Si tratta di una teoria da adottare per attività rischiose, che mostra come combinare i differenti...
Trading CFD: cos’è? Quali i fattori coinvolti? Cosa significa fare trading con i CFD Il trading sui contratti per differenza, meglio noti come CFD (Contract For Difference), consiste in una speculazione su un derivato. Sebbene fare trading con i CFD non significhi acquistare veramente l’oggetto dell’investimento (azioni, obbligazioni, materie prime, ecc.), il valore del contratto corrisponde a...
Pattern candele forex: l’engulfing bearish Candele forex: un importante strumento di analisi tecnica L’analisi tecnica non si fonda solo sull’utilizzo di indicatori e oscillatori. Esiste un modo più semplice per ricavare dei segnali a partire dall’osservazione del grafico. E’ un metodo che consiste nello studio delle candele e dei pattern, ossia delle particolari configurazioni che coinvol...
Stocastico oscillatore: cos’è e come si usa? Oscillatore stocastico: a cosa serve L'oscillatore stocastico è un indicatore dell'analisi tecnica. Per analisi tecnica si intende il complesso lavoro di studio che coinvolge i grafici e i dati - sia elaborati che grezzi - che emergono da quello. Materia prima per l'analisi tecnica sono appunto gli indicatori, elaborazione di dati che hanno la fun...
Money management: le tecniche per conservare il capitale Trading money management: una questione di probabilità Il money management è un concetto fondamentale nel trading. Tradotto letteralmente significa “gestione dei soldi”, un nome che non nasconde insidie. Il money management è proprio questo: l’insieme delle tecniche che consentono da un lato l’addomesticamento del rischio e dell’altro la preservaz...
Guadagnare con il forex