Borsa e finanza: i consigli per investire e uscirne vivi

Borsa: la regina dei mercati

Nonostante l’ascesa di forme alternative di trading come le opzioni binarie e il forex, la borsa ha ancora il suo fascino. Anzi, si può affermare che le azioni siano ancora le regine del mercato. E’ una convinzione radicata nel senso comune, ma che trova giustificazione in un semplice fatto: investire in azioni – se lo si fa con i dovuti accorgimenti – è un’attività profittevole e sicura.

Ciò non toglie che l’argomento borsa e finanza sia ostico per chi non è preparato. Il problema è che il modo giusto di prepararsi non è affatto scontato, molti iniziano a comprare e vendere azioni senza essere realmente pronti.

Occorre avere in mente, per esempio, che alcune convinzioni non sono altro che miti da sfatare. Uno di questi riguarda l’approccio da “wolf of Wall Street“. L’investitore in azione, come nel resto del trading, può essere paragonato piuttosto a una formica. Laboriosità e disciplina sono due caratteristiche fondamentale. Agire d’impulso è il modo migliore per perdere.

Un altro mito riguarda gli utili. Non è vero che acquisendo le azioni si diventa in un certo senso proprietari della società emittente. Non c’è alcuna speranza di partecipare agli utili. E’ vero, però, che attraverso lo strumento dei dividendi le società possono premiare e ricompensare i propri azionisti, ma sono facoltative e spesso hanno una funzione di mera fidelizzazione.

Borse: differenze con i bond

Da questo punto di vista, le azioni appaiono meno appetibili rispetto ai bond, argomento collaterale della questione “borsa e finanza”. In quel caso non vi è alcuna partecipazione alla proprietà ma si offre semplicemente un prestito. Un prestito che, nella maggior parte dei casi, rende fin da subito visto che vengono rilasciate le cedole.

Dunque, cosa vuol dire investire in azioni? Semplicemente si guadagna acquisendo e comprando, proprio come qualsiasi altra merce. A differenza della “merce normale”, però, il valore delle azioni fluttua intensamente, ciò che si compra a un prezzo può essere facilmente venduto a un prezzo inferiore o superiore. Certo, c’è il rischio di perdere quasi tutto l’investimento nel caso in cui le quotazioni dell’azione in nostro possesso crollassero.

Un altro consiglio è quello di informarsi alacremente sulla società che emette le azioni. E’ questo il vero segreto per fare successo nel mercato azionario. Non è poi così difficile, dal momento che per legge le società quotate in borse devono rendere pubbliche alcune informazioni come lo stato patrimoniale, il bilancio e il fatturato.

Il senso di quest’obbligo è chiaro: dare l’opportunità agli investitori di prevedere i movimenti delle quotazioni, e agire di conseguenza. Con un po’ di esperienza, non è granché difficile.

trader professionista