Borse in tempo reale: Borsa italiana vs Yahoo!

Borsa italiana: la piattaforma migliore?

Tradare con le borse in tempo reale è un imperativo per alcune tipologie di trader. Se l’investitore si cimenta nel trading azionario di lungo periodo, non è necessario conoscere le quotazioni “live”, ma se il trading è di tipo veloce, è prossoché un obbligo. Il riferimento è anche a chi trada con le opzioni binarie e ha le azione come sottostante. Se sceglie scadenze a 60 secondi o a un minuto, o opta per le opzioni binarie touch, il tempismo è essenziale.

La stella polare per questa tipologia di trader è Borsa Italiana, l’unica vera piattaforma ufficiale di scambio azioni. Le sue funzioni sono numerose. In primo luogo, quella puramente informativa. Borsa Italiana è collegata all’agenzia stampa Radiocor, dunque vengono rilasciate notizie finanziarie “fresche”.

Ovviamente il piatto forte è la possibilità di visualizzare le quotazioni in tempo reale un gran numero di indici e azioni. L’interfaccia è semplice, ma qualche parola va spesa per le modalità di visualizzazione. Sono tre.

La prima modalità è scontata: viene visualizzato il prezzo con l’aggiunta delle percentuali di variazione sul periodo appena precedente.

La seconda è più complessa ed è chiamata book di negoziazione. Si rivela molto utile dal punto di vista strategico perché restituisce il sentiment che l’azione suscita nel mercato. Vengono visualizzate, in buona sostanza, le ultime cinque offerte di acquisto e di vendita.

La terza si chiama “tick by tick”. Viene visualizzato un grafico che restituisce il prezzo istante per istante. E’ la quintessenza del tempo reale e, ovviamente, la modalità di visualizzazione preferita da chi fa trading veloce.

Yahoo!: un buon competitor

Borsa Italiana non ha competitor degni di questo nome, eccetto uno: Yahoo!. Un po’ a sorpresa, il celebre motore di ricerca/portale offre una piattaforma dedicata alle borse in tempo reale. Sia chiaro: Borsa Italiana rimane irraggiungibile ma anche Yahoo! può essere utile, e questo grazie a un piccolo vantaggio competitivo.

Ma partiamo dai “difetti“. L’offerta di azioni da visualizzare è sensibilmente più bassa in Yahoo! che in Borsa Italiana. Se il trading non ha gusti particolari si tratta di una differenza impercettibile, ma tant’è. L’importante è offrirli in tempo reale.

Yahoo! cede terreno anche sul fronte delle notizie. Non ha un’agenzia stampa collegata dunque, per quanto tempestive, sono di seconda – e spesso provengono da Borsa Italiana e Radiocor. E’ pur sempre un network di notizie, ma è una differenza che si fa sentire.

Ma proprio in questo ambito Yahoo! offre una opportunità che Borsa Italiana non può vantare: un servizio di Newsletter. Il trader può rimanere in “contatto” con il mercato anche quando non sta tradando. Le notizie, per quanto di seconda mano, possono seguirlo ovunque.