Broker forex: come scegliere il migliore?

Broker Forex affidabili: come individuarli

Chi intende fare trading sul mercato forex ha bisogno del supporto di un broker, ovvero un operatore finanziario che si occupi di inserire sul mercato gli ordini richiesti dal trader. Il broker, in sostanza, è l’ente incaricato di prendere le richieste di acquisto e vendita dell’investitore e di eseguirle intervenendo direttamente sul mercato.

Essendo quindi una componente essenziale per fare trading, il broker deve essere selezionato con attenzione. Un broker forex serio e onesto deve ottenere profitto solo dalla differenza che si produce tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

Cerchiamo di comprendere meglio questo concetto. Se andiamo a operare in valuta e acquistiamo “Eur/Usd”, compreremo Euro e venderemo Dollari. Qualora l’Euro si rafforzi nei confronti del Dollaro, la quotazione andrà a salire. Qui intervengono due fattori da tenere presenti: al momento dell’acquisto il prezzo è denominato “ASK”, mentre quando si verifica la vendita, il prezzo è chiamato “BID”.

La quotazione effettiva, a dispetto di quello che si potrebbe dedurre dalle nozioni di ASK e BID, è una sola. Il prezzo di mercato è rappresentato dal BID, tuttavia il broker applica una maggiorazione ogni volta che eseguiamo un acquisto nell’ambito di una coppia valutaria.

Broker Forex autorizzati Consob

Oltre a questa maggiorazione (denominata in gergo tecnico “spread”), il trader deve valutare la sicurezza del deposito. Alcuni broker non sono onesti e una volta ottenuto l’accredito del cliente spariscono. È indispensabile quindi che il broker da noi selezionato sia soggetto alla vigilanza di un ente terzo.

Abbiamo infatti diversi organi di vigilanza finanziaria. Questa assicura al trader che il broker operi nel rispetto di certe norme. Tra le autorità più note abbiamo la FCA (Financial Conduct Authority) e la CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission). Nell’offerta troverete anche broker regolamentati da più di una autorità di vigilanza.

Perché un broker sia autorizzato a operare nel nostro Paese deve risultare iscritto alla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa). Si tratta di una condizione applicata sia ai broker italiani che a quelli stranieri.

Considerate poi il vostro modo di investire, ogni trader ha un’operatività differente. In base a questo dipende la scelta del broker, ve ne sono di generalisti, altri specializzati nel forex e altri ancora nei CFD, in opzioni binarie eccetera. Nel novero dei broker forex più conosciuti ricordiamo la presenza di Plus500, AVATrade, eToro e Markets.com. Questi sono solo alcuni dei broker che operano nel mercato forex, cercate di ampliare il più possibile il confronto tra i prodotti e scegliete quello che, nel rispetto di tutti i criteri di affidabilità e sicurezza, si adatta meglio alle vostre richieste.

Broker forex: come scegliere il migliore?