Come aprire un conto Forex: procedura per principianti

Conto forex: la scelta del broker

Aprire un account non richiede né tempo né grandi sforzi. Eppure molti aspiranti trader si chiedono: come aprire un conto forex? In verità è tutto piuttosto semplice. Qualche elemento di complessità è fornito solo dalla fase preliminare, ossia la scelta del broker. Si tratta di un passaggio importante, dal momento che un cattivo broker è in grado di compromettere il felice esito dei trade o l’entità degli utili che il trader riuscirà a produrre.

Ad ogni modo, i criteri di valutazione del broker che rispondono alla domanda ” come aprire un conto forex ” sono sempre gli stessi: il possesso di una licenza (meglio se la Cysec), la credibilità, l’abbondanza di informazioni di natura legale e, non ultimo, la qualità dell’offerta.

Il broker va scelto con cura e nonostante il panorama sia ormai saturo, qualche operatore è ancora in grado di offrire qualcosa di innovativo. E’ il caso, ad esempio, di eToro, broker che è riuscito a integrare l’elemento social nel trading.

La scelta più grande da compiere riguarda due categorie. Esistono i broker “bancari”, ossia direttamente legati a un istituto finanziario, e i broker specializzati. C’è da dire che nella prima categoria sono in pochi a offrire il forex.

Forex: la scelta della piattaforma e il primo deposito

Il secondo passaggio è la scelta della piattaforma. In genere le alternative sono tre:

  • E’ possibile optare per la classica piattaforma da laptop, che necessita di un pc in quanto richiede l’installazione. Queste piattaforme, tra cui spicca MetaTrader, sono le più complete e quelle in grado di offrire il numero maggiore di strumenti per l’analisi tecnica e fondamentale.
  • La seconda alternativa consiste nelle piattaforme da browser, come Web Trader. Sono molto pratiche perché non richiedono l’installazione ma contengono meno funzioni.
  • Infine, le piattaforme mobile, per tradare anche da smartphone e tablet.

Una volta compiute queste decisioni, non rimane che iscriversi, depositare e iniziare a tradare. Si tratta di un iter piuttosto semplice da seguire. Per iscriversi, in genere, occorre inserire pochi dati: nome e cognome, luogo e data di nascita, email, nome utente e password e così via.

Le cose si complicano al momento del primo deposito, poiché occorre inserire i dati della piattaforma di pagamento. A proposito, i metodi di pagamento sono i più svariati, ma si dividono in tre categorie, poste in ordine dal più lento al più veloce: ewallet (Paypal, Skrill), carta di credito (vengono accettate tutte), bonifico bancario. Solitamente il trasferimento è istantaneo, ma nel caso del bonifico occorre aspettare qualche giorno. Un elemento deve attirare l’attenzione: il prelievo viene eseguito solo tramite lo stesso metodo con il quale si è depositato.

Questo è quanto, una volta depositato è possibile direttamente iniziare a tradare.

Altre guide e consigli sul trading

GTCM Trading: è un broker sicuro per investire? Negli ultimi anni si sta diffondendo una nuova piattaforma per il trading online, la GTCM, acronimo di Global Trading Capital Market, è un broker serio e affidabile con sede a Cipro, che permette di investire i risparmi in tutta sicurezza. É infatti certificato dalla CySEC, dalla Consob, dalla CNMV e dalla FCA UK, ossia le principali autorità che c...
Directa Trading Online: caratteristiche, opinioni e recensioni del broker trading online Directa Trading è un broker online completamente italiano che permette di fare trading forex e di investire nei mercati azionari internazionali. Certificato dalla CONSOB si configura come una piattaforma seria e affidabile che vi consigliamo di testare. Vediamo insieme che cos'è, come funziona, opinioni, vantaggi e svantaggi. Directa Trading: che ...
Trading online demo account Trading online demo: le tipologie Gli account demo rappresentano una tappa fondamentale nel percorso di formazione di un trader. Permettono, infatti, di tradare nel mercato reale con soldi fittizi. Le implicazioni di questa opportunità possono essere facilmente intuibili: ci si può fare la mano senza rischiare di perdere il capitale. Insomma, una ...
Trading binario Consob Trading binario Consob: chi ha l’autorizzazione a operare in Italia? Fare del trading online significa affidarsi a un broker, figura chiave cui conferiamo temporaneamente i nostri risparmi per operare sul mercato. È quindi decisivo determinare il livello di attendibilità del broker, e spesso le opinioni e i consigli degli utenti non sono sufficien...
BpmBanking: l’offerta per i trader BpmBanking Trading: costi e servizi Banca Popolare di Milano non è l’unico istituto finanziario a offrire un servizio di trading online e fungere così da broker. Esistono infatti diverse piattaforme di Trading online, come Avatrade per esempio, specializzate proprio in questo tipo di servizi; ma la presenza di questo tipo di servizi per una banca ...
Come aprire un conto Forex