Come aprire un conto Forex: procedura per principianti

Conto forex: la scelta del broker

Aprire un account non richiede né tempo né grandi sforzi. Eppure molti aspiranti trader si chiedono: come aprire un conto forex? In verità è tutto piuttosto semplice. Qualche elemento di complessità è fornito solo dalla fase preliminare, ossia la scelta del broker. Si tratta di un passaggio importante, dal momento che un cattivo broker è in grado di compromettere il felice esito dei trade o l’entità degli utili che il trader riuscirà a produrre.

Ad ogni modo, i criteri di valutazione del broker che rispondono alla domanda ” come aprire un conto forex ” sono sempre gli stessi: il possesso di una licenza (meglio se la Cysec), la credibilità, l’abbondanza di informazioni di natura legale e, non ultimo, la qualità dell’offerta.

Il broker va scelto con cura e nonostante il panorama sia ormai saturo, qualche operatore è ancora in grado di offrire qualcosa di innovativo. E’ il caso, ad esempio, di eToro, broker che è riuscito a integrare l’elemento social nel trading.

La scelta più grande da compiere riguarda due categorie. Esistono i broker “bancari”, ossia direttamente legati a un istituto finanziario, e i broker specializzati. C’è da dire che nella prima categoria sono in pochi a offrire il forex.

Forex: la scelta della piattaforma e il primo deposito

Il secondo passaggio è la scelta della piattaforma. In genere le alternative sono tre:

  • E’ possibile optare per la classica piattaforma da laptop, che necessita di un pc in quanto richiede l’installazione. Queste piattaforme, tra cui spicca MetaTrader, sono le più complete e quelle in grado di offrire il numero maggiore di strumenti per l’analisi tecnica e fondamentale.
  • La seconda alternativa consiste nelle piattaforme da browser, come Web Trader. Sono molto pratiche perché non richiedono l’installazione ma contengono meno funzioni.
  • Infine, le piattaforme mobile, per tradare anche da smartphone e tablet.

Una volta compiute queste decisioni, non rimane che iscriversi, depositare e iniziare a tradare. Si tratta di un iter piuttosto semplice da seguire. Per iscriversi, in genere, occorre inserire pochi dati: nome e cognome, luogo e data di nascita, email, nome utente e password e così via.

Le cose si complicano al momento del primo deposito, poiché occorre inserire i dati della piattaforma di pagamento. A proposito, i metodi di pagamento sono i più svariati, ma si dividono in tre categorie, poste in ordine dal più lento al più veloce: ewallet (Paypal, Skrill), carta di credito (vengono accettate tutte), bonifico bancario. Solitamente il trasferimento è istantaneo, ma nel caso del bonifico occorre aspettare qualche giorno. Un elemento deve attirare l’attenzione: il prelievo viene eseguito solo tramite lo stesso metodo con il quale si è depositato.

Questo è quanto, una volta depositato è possibile direttamente iniziare a tradare.

Come aprire un conto Forex