Conto Arancio: costi e servizi di trading

Conto Arancio trading: la piattaforma di Ing Direct

Ing Direct, attraverso Conto Arancio, mette a disposizione una interessante piattaforma di trading. E’ possibile investire sui seguenti prodotti finanziari: Etf, Etf strutturati Etc (attraverso Etf Plus); tutte le azioni italiane e la maggior parte delle azioni europee (attraverso l’MTA, marcato telematico azionario), Bot, Btp, BtpI, Cct, Ccz (attraverso il Mot, Mercato telematico delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato), obbligazioni domestiche.

L’offerta è quindi variegata. E’ inoltre arricchita da strumenti di analisi tecnica e analisi fondamentale (anche per mezzo del contribuito del Il Sole 24 Ore). La piattaforma di Conto Arancio offre anche un servizio di alert via sms e email.

Il meccanismo di iscrizione è un po’ complicato. Innanzitutto è necessario essere clienti Conto Arancio. Dopodiché si deve entrare nell’Area Riservata ai clienti, ci si iscrive al servizio di trading online, si stampa una ricevuta e la si spedisce alla sede centrale.

Conto Arancio costi: sono veramente convenienti?

Per quanto riguarda i costi, Conto Arancio sembra rappresentare un ottimo connubio tra qualità e convenienza. Per esempio, sono equivalenti a zero le spese di attivazione, custodia, trasferimento e chiusura. Nel sito, poi, si legge che mediamente all’anno Conto Arancio Trading Online impone una spesa di 180 euro, cifra nettamente inferiore alla media, che è 320 euro.

La sezione costi delle pagine dedicate alla piattaforma è realizzata in maniera brillante. Più che presentare i costi, infatti, IngDirect presenta il risparmio rispetto alla media dei concorrenti, e lo fa voce per voce.

A spiccare sono i 50 euro risparmiati per le spese di gestione, che in Conto Arancio semplicemente non esistono. Questo fa sì che il risparmio esclusivamente limitato ai costi di deposito corrisponda a 70 euro.

Stesso risparmio si ha alla voce “costi di operazione“. Nello specifico, per l’acquisto e la vendita di Btp si risparmiano 14 euro, per l’acquisto e la vendita di titoli azionari si risparmiano 42 euro, per l’acquisto e le vendita di una obbligazione 14 euro. Le commissioni non sono variabili e si attestano sullo 0,19%. Sono comunque comprese in un range che va dagli 8 ai 19 euro.

Molto singolare, infine, la questione delle plusvalenze. Ing Direct offre una sorta di consulente fiscale, il quale calcola al posto del trader le plusvalenze realizzate, in modo da poter procedere direttamente con il pagamento delle tasse. Questo sistema è chiamato “regime amministrato”. E’ possibile, in alternativa, procedere con il calcolo manuale, in questo caso si parla di “regime dichiarativo”.

Uno dei grandi crucci del trader – ossia il come pagare le tasse – trova in IngDirect una soluzione definitiva. Ricordiamo che l’unica tassa che va pagata è quella sul Capital Gain, che corrisponde al 26%.

Conto Arancio