Coppie di valute: quali sono le differenze?

Coppie di valute forex, non sono tutte uguali

L’asset principale del forex sono le coppie di valute, e questo è un fatto assodato. Non sono però tutte uguali. Ognuna dispone di alcune specificità, derivanti principalmente dalla quantità di denaro in circolo e dalle caratteristiche dell’economia di riferimento. La regina del forex è comunque l’euro-dollaro.

Il perché è costituito anzitutto dall’appartenenza alle due economie più importanti del pianeta. In secondo luogo, muove una liquidità immensa. Si parla di 3mila miliardi di dollaro, più dell’intero debito pubblico italiano. Di contro non è molto volatile, ma almeno è assai prevedibile. La letteratura a riguardo si spreca: ogni giorno vengono diffuse analisi e info su Europa e Usa in grado di orientare il trader.

Coppie di valute categorie: quali sono le più redditizie?

Le coppie di valute più importanti sono quelle composte, per ciò che concerne entrambe le currency, euro, dollaro Usa, sterlina Uk, yen giapponese. Queste coppie vengono chiamate, appunto, major.

Esistono anche le cosiddette coppie cross, la cui caratteristica principale è semplicemente quella di non essere composta dal dollaro. Alcune major sono quindi anche cross. Hanno caratteristiche varie, ma al loro interno, dal punto di vista di liquidità e volatilità, non sono affatto omogenee.

Vi sono infine le coppie commodity. Sono sicuramente interessanti: una delle currency afferisce a una economia che si basa molto sull’export di commodity (es. dollaro canadese e dollaro australiano). L’analisi fondamentale è molto semplice da fare perché rimanda a dati cert, sull’economia reale (es. produzione di una commodity) e la volatilità, per lo stesso motivo, è alta.