Euro dollaro Forex, le Previsioni per i Prossimi Mesi

Euro dollaro Forex, quali sono gli andamenti previsti?

Nel bollettino mensile della Banca Centrale Europea è ritratto un futuro incerto per lo sviluppo economico dell’Eurozona. Sono state ridotte le stime su inflazione e crescita relative ai prossimi anni. Per quanto attiene il prodotto interno lordo europeo, secondo la lettura dell’istituto di Francoforte, avremo una riduzione delle prospettive di crescita dello 0,2 – 0,3%.

Per quanto attiene al 2014, è stimato un aumento del PIL corrispondente allo 0,8%, per il prossimo anno è previsto invece l’1,2% e nel 2016 l’1,5%. Registriamo anche un peggioramento nelle stime relative al mercato del lavoro, il tasso di disoccupazione del 2014 è dell’11,6%. Questo valore si traduce nell’11,3% per il 2015.

Euro dollaro Forex: il monitore del Fondo Monetario Internazionale e della Standard & Poor’s

Inseguito al monito giunto dal Fondo Monetario Internazionale sui rischi di stagnazione di lungo termine, è arrivata anche la richiesta di Standard & Poor’s di avviare in tempi brevi un piano di QE per evitare la terza recessione degli ultimi sei anni.

Secondo la lettura offerta dalla società di rating statunitense, il credit easing praticato, fino a oggi, da Mario Draghi non riuscirà a rilanciare i fragili destini economici dell’Eurozona. La pressante richiesta del QE della BCE conduce a un aumento delle aspettative di un deprezzamento dell’euro.

Appena qualche settimana fa il tasso di cambio EURUSD ha toccato un bottom di periodo a 1,2358. Per molti analisti valutari il cambio sembra incline a una riduzione, almeno fino a 1,20.

Euro dollaro Forex, le previsioni per i prossimi mesi