Fare trading cosa significa? Una guida per i principianti

Trading online: di cosa si tratta

Il trading online è senza dubbio uno dei principali trend del momento. Attorno alla sua definizione, però, vi è molta confusione, si alternano le opinioni più varie, dalla truffa alla soluzione anti-crisi ideale. Alcuni – non ultime alcune trasmissioni televisive – lo considerano alla stregua di una frode, dunque un’attività da cui tenersi alla larga. Le pubblicità su internet, come quelle sui canali tradizionali, lo dipingono invece come una sorta di Eldorado.

La verità, come sempre, sta nel mezzo. E la verità coincide esattamente con la risposa alla domanda: Fare trading cosa significa?

Fare trading vuol dire investire. Né più né meno. Le opportunità e i rischi sono gli stessi che si affrontano quando si gioca in borsa. Si registrano chiaramente differenze tra i vari tipi di trading, ma la sostanza rimane la stessa. Conoscerle però è utile per scegliere l’ambito d’investimento più adatto alle nostre necessità.

Trading: come si guadagna

Quando si fa trading esistono principalmente due modi per guadagnare: attraverso la compravendita, come qualsiasi altro tipo di commercio, e attraverso l’esatta “predizione di un evento”. Quest’ultima espressione potrebbe disorientare ma la faccenda è più semplice di quanto si possa pensare.

Ma partiamo dalla compravendita. Nel trading online è possibile investire nelle valute, nelle materie prime, in bond, in azioni e così via. Questi asset (così si chiamano) producono profitti quando vengono acquistati a un prezzo e rivenduti a una cifra superiore. Ciò può accadere perché il loro valore – o le loro quotazioni – fluttuano. Attraverso vari strumenti, anche di natura scientifica (o quanto più possibile scientifica), l’investitore può farsi un’idea circa il valore che un determinato asset assumerà in futuro. In conformità a questa conoscenza (che non è mai totalmente esatta) il trader decide cosa comprare, a quale prezzo e quando. Ovviamente lo stesso vale per la vendita.

Il secondo metodo di guadagno è più bizzarro. E’ tipico, innanzitutto, delle opzioni binarie. Quando si acquista una opzione binaria non si entra in possesso dell’asset sottostante, dunque il meccanismo della compravendita qui non funziona. Quando si acquista una opzione binaria, infatti, si punta su un dato evento. Se questo si verifica, si guadagna, altrimenti, si perde. Per fortuna, molti broker offrono un sistema di rimborsi, quindi non si perde mai tutta la posta in palio.

La parte “a monte” dell’investimento è la stessa sia per le opzioni binarie che per i trading a sistema di compravendita. Questa corrisponde allo studio del mercato, che non è effettuato a caso, o a occhio, bensì attingendo a un vasto bacino di competenze e strumenti, che fanno capo all’analisi tecnica e all’analisi fondamentale. La prima si basa sulla studio di ciò che accade nel mercato, allo scopo di predire – anche in base ai precedenti – il futuro dell’asset. Il secondo si basa invece sullo studio di ciò che accade al di fuori, e può influire sui prezzi. Ecco, rispondere alla domanda fare trading cosa significa? vuol dire anche questo.

Fare trading cosa significa