Orizzonte temporale di un sistema di trading

Cosa sono i sistemi di trading? A cosa servono?

Con l’espressione “sistema di trading” si indica una metodologia rigorosamente definita, che utilizza determinate regole per decidere quando comprare o vendere su un certo mercato. Lo scopo del sistema di trading è quello di generare una strategia che nel lungo periodo risulti profittevole per il trader.

Normalmente i mercati hanno un andamento casuale, la cui natura può essere quella di un semplice “random walk”, ma può anche essere molto più complessa. Risulta quindi molto difficile ottenere un sistema di trading che riesca a prevederne gli andamenti. Tuttavia la finalità del sistema di trading non è quella di prevedere il futuro andamento dei mercati, ma di ricavare un utile nel medio-lungo periodo.

Cosa sono le ticks? Come si applicano ai sistemi di trading?

Molti mercati quotano prezzi continuamente, soprattutto negli orari di apertura. Questi prezzi possono essere monitorati in maniera continua, producendo una serie di rilevazioni dette “ticks”, la cui lunghezza è completamente indipendente dall’intervallo di tempo trascorso. In altre parole è possibile avere 100 rilevazioni in due ore e 50 nelle due ore successive.

La lunghezza delle ticks quindi non dice nulla sull’intervallo temporale preso in considerazione. Proprio per questo motivo, nella maggioranza dei casi i prezzi vengono rilevati ad intervalli di tempo fissi (ogni settimana, ogni giorno, ogni ora, ecc).

Sistemi di trading: rilevazione dei prezzi a intervalli di tempo e con le barre

In alcuni mercati, come le borse e il mercato dei futures, esistono orari di contrattazione predefiniti (di solito dalle 9 alle 16). In questi casi rilevare i prezzi open e close risulta relativamente facile. Tuttavia nelle ore in cui il mercato non è attivo, possono essere rese note delle notizie finanziarie in grado di influenzare l’andamento dei prezzi e creare dei “gaps” tra il close di un giorno e l’open del giorno successivo.

Alcuni mercati, ad esempio quello dei cambi, quotano prezzi 24h sfruttando circuiti telematici come Knight Ridder, Reuter’s, Telerate e Bloomberg. In questi casi non esistono dei prezzi open e close definiti, ma solo un “close” basato sulla barra H-L-C. riassumendo possiamo dire che quando si tratta di mercati aperti 24 su 24, la lunghezza temporale di un sistema di trading è espressa dal numero di barre su cui il sistema si sviluppa e non da un’unità temporale.

Se si desidera ottenere un sistema di trading che produca profitto su un orizzonte temporale medio-lungo si fa riferimento ad un certo numero di barre, di solito 150 -300. Se queste barre rappresentino minuti, ore o giorni non ha alcuna importanza, sarà l’analista, o il trader, a dove indentificare il tipo di barra da utilizzare.

sistema di trading