Oscillatori forex: cosa sono e come si usano

Oscillatori forex: qual è il loro scopo?

Il discorso sugli oscillatori forex si inserisce in quello più ampio dell’analisi tecnica. Gli oscillatori, infatti, sono un tipo particolare di indicatori, indicatori che rappresentano la materia prima dell’analisi tecnica.

I presupposti sui quali si basa il loro utilizzo e la loro ragion d’essere sono la prevedibilità del mercato, la sua ciclicità, la capacità dei grafici di offrire, seppur indirettamente, tutte le informazioni necessarie alla comprensione dell’andamento e alla conseguente redazione della strategia.

Gli oscillatori forex sono indicatori che vengono utilizzati per raggiungere almeno due obiettivi. Il primo è quello di riconoscere la presenza di un trend, il secondo è comprendere la forza dello stesso (che è chiamata momentum).

Va da sé che la situazione in cui questo tipo di strumenti viene utilizzato con più efficacia è quella dove i prezzi sembrano muoversi in “laterale”. Ossia quando le alterazioni di prezzo sono minime e non è ben chiaro la direzione che intendono prendere.

Indirettamente, quindi, gli indicatori sono utili a comprendere quando sta per avvenire una inversione del trend, momento decisivo per il trader – dato che può causare una perdita o un guadagno più abbondanti del solito.

Indicatori oscillatori: ecco i più importanti

Ecco una lista degli oscillatori più utilizzati.

  • Indicatore MACD. Sta per Mobile Average Convergence Divergence ed è un sistema che prevede l’interazione di due medie mobili, una lenta (in genere a 26 periodi) e una veloce (in genere a 13 periodi). In base a come si comportano l’un l’altra, il segnale è diverso. Se per esempio la media veloce incrocia dal basso verso l’alto la media lenta, allora siamo in procinto di assistere a un trend negativo.
  • RSI. E’ l’acronimo di Relative Stenght Index. Coinvolge le medie di chiusura. Si sceglie un numero di periodi e si percentualizza il rapporto tra le medie di chiusura al rialzo (nominatore) e le medie di chiusura al ribasso (denominatore). Se il risultato è superiore al 100, si parla di trend positivo duraturo. Se il risultato è inferiore al 30, di parla di trend negativo duraturo.
  • Bande di Bollinger. Forse l’indicatore più complicato (da comporre, non da interpretare). Si produce una media mobile a media velocità, intorno ai 20 periodi. A questa viene aggiunta la deviazione standard, creando una linea che sormonterà l’andamento. Verrà poi sottratta la deviazione standard, creando una linea che si svilupperà sotto quella dell’andamento. Graficamente, avremo due bande. Se l’andamento invade la banda inferiore, si parla di forte trend negativo. Se l’andamento invade la banda superiore, si parla di forte trend positivo. Il meccanismo, quindi, è piuttosto semplice.

Altre guide e consigli sul trading

Analisi Tecnica Forex: come usare i grafici nel trading online? Ultimamente la moda, se così la si può chiamare, di utilizzare il mercato Forex o quello delle opzioni binarie, per guadagnare, è aumentata a dismisura.Sono sempre di più le persone senza la minima competenza in materia che se ne interessano, cercando di farne un lavoro principale.La cosa, però, non è affatto facile. Ecco alcune dritte util...
Market mover: cosa sono e perché sono importanti? Market mover forex: una definizione esaustiva Il concetto di market mover è molto importante per il forex e nello specifico per l'analisi fondamentale. Si può affermare senza tema di smentaita che i market mover rappresentano l'oggetto di studio dell'analisi fondamentale. Questa infatti prevede l'analisi degli eventi economici in grado influire su...
Strategie Forex: le migliori basate sull’orizzonte temporale Strategia Forex: dallo Scalping allo Swing Nel corso degli anni il mercato delle valute si è arricchito di una ricca letteratura in merito alle strategie Forex. La maggior parte di queste coinvolge solo l’analisi tecnica, quindi chart, dati e indicatori. Esistono però tre approcci strategici che hanno a che fare meno con i numeri e più con un elem...
Quali sono i pattern di inversione più importanti? Pattern di inversione forex: perché sono importanti Frequentare con profitto il forex vuol dire essenzialmente una cosa: intuire con giusto anticipo il movimento del mercato e agire di conseguenza. Il trader studia il presente per capire cosa riserva il futuro. A seconda della portata dello sguardo, poi, si parla di forex a breve termine (fino all...
Figure candlestick: quali sono le negative? Perché sono importanti le figure candlestick forex? Tra tutti i grafici che un trader di forex può utilizzare, quello più utile è sicuramente il candlestick. La sua origine va rintracciata molto lontano nel tempo, ma è stato introdotto nel trading solo da qualche decennio.La sua importanza è data da un fatto molto semplice: fornisce tutte le i...