Strategie Forex: le migliori basate sull’orizzonte temporale

Strategia Forex: dallo Scalping allo Swing

Nel corso degli anni il mercato delle valute si è arricchito di una ricca letteratura in merito alle strategie Forex. La maggior parte di queste coinvolge solo l’analisi tecnica, quindi chart, dati e indicatori. Esistono però tre approcci strategici che hanno a che fare meno con i numeri e più con un elemento fondamentale nel Forex e in altri ambiti del trading: l’orizzonte temporale.

In base all’orizzonte temporale definito, in altre parole la durata degli ordini, emergono dinamiche differenti per ognuna delle strategie forex, e rischi/opportunità altrettanto diversi. I tre approcci strategici a livello teorico (l’aggettivo è d’obbligo visto che esistono molte sfumature tra una categoria e l’altra) sono: lo Swing, il Day Trading e lo Scaping.

Trading Forex: come cambiano le dinamiche da una strategia all’altra

Lo Swing Forex è caratterizzato da un orizzonte temporale molto esteso. Le posizioni possono essere aperte e chiuse in un arco di tempo che supera le due settimane e che può protrarsi a diversi mesi. Lo scopo è di produrre pochi guadagni (dal momento che si riscuote con una frequenza veramente bassa) ma molto consistenti.

Si gioca sui grandi movimenti di prezzo. Lo studio approfondito è l’arma migliore, e interessa non solo la situazione presente ma anche quest’ultima rispetto al più ampio contesto temporale nel quale è immersa, e in relazione ai numerosi precedenti. Le doti necessarie sono rappresentata dalla competenza, dall’abilità tecnica e dalle capacità di interpretazione.

Discorso totalmente inverso per lo Scalping. L’orizzonte temporale è minimo. Si parla di minuti, o addirittura appena un minuto. Lo scopo è produrre guadagni di piccola entità ma molto frequenti. E’ con tutta probabilità una delle strategie forex più difficili (ma tendenzialmente più remunerativa). Lo studio è comunque una costante, ma si basa sul presente, sul “qui e ora”.

Lo Scalping è appannaggio dei più esperti ma è molto indicato in caso di breaking news o quando è previsto un rimbalzo. Molto spesso sono utilizzate leve imponenti. Ad ogni modo, si tratta di un approccio molto esigente in quanto a gestione delle emozioni: serve sangue freddo, coraggio e una capacità estrema di resistere allo stress.

Day Trading. E’ una via di mezzo tra lo Swing e lo Scalping. Consiste nell’aprire e chiudere le posizioni nell’arco di una giornata. Si tratta comunque di trading veloce, ma non così veloce come lo Scalping. Per questo le dinamiche sono simili a entrambi gli approcci da cui prende le mosse. Per esempio, è consigliato l’uso di un effetto leva – ma meno imponente – per moltiplicare i guadagni, che saranno di piccola entità ma abbastanza frequenti. Con lo Swing condivide la necessità di uno studio che vada oltre il “qui e ora”, anche se ovviamente l’orizzonte è abbastanza ristretto. Le qualità richieste all’investitore sono invece quelle dello Scalper, ma c’è da dire che lo stress che deve sopportare è minore.

strategie forex