Tecniche di trading: cosa fare prima apertura del mercato

Tecniche di trading online

Quanti vogliono agire in modo professionale nel campo del trading devono valutare ogni giorno le diverse attività finanziarie, così da individuare le migliori opportunità di profitto, sempre in relazione al rapporto tra rischio e rendimento, che caratterizza le differenti situazioni.

Per eseguire analisi del genere è indispensabile saper interpretare l’oscillazione dei prezzi e formare una strategia operativa fondata sull’efficace individuazione dei contesti di mercato in cui è utile intervenire.

Un’attività che va condotta prima che apra il mercato. Ciò significa che il trader interessato al mercato azionario italiano, ad esempio, prima delle 9:00 del mattino deve conoscere i titoli su cui cercare un ingresso long, i titoli su cui tenterà un ingresso short, e i livelli sui quali stabilire le strategie.

Trading tecniche di entrata

Un lavoro teorico che va sempre posto in rapporto al comportamento effettivo del mercato. Va considerata una certa soglia di adattamento delle strategie agli andamenti effettivi dei prezzi. Per trovare una soluzione ai problemi correlati al timing di ingresso sul mercato, vanno presi in esame quattro criteri centrali:

  1. a) il monitoraggio del prezzo di apertura;
  2. b) porre in rapporto il prezzo di apertura con il prezzo di chiusura della giornata precedente;
  3. c) porre in rapporto il prezzo di apertura con la Value Area del giorno prima;
  4. d) sfruttare la tecnica dell’Opening Range Breakout (ORB).

Trading tecniche di ingresso sul mercato

Il prezzo di apertura è il frutto, in misura prevalente, dell’influenza prodotta dai piccoli investitori, e risente degli accadimenti che si sono prodotti durante la notte (andamenti di Wall Street e delle borse asiatiche). Bisogna comunque tenere presente che di frequente il comportamento dei piccoli investitori è differente da quello dimostrato dagli investitori istituzionali.

Se il mercato ha una view positiva, ovvero si produce dell’ottimismo, i privati tendono ad acquistare subito in tempi brevi a partire dell’apertura del mercato. Diverso è l’atteggiamento degli investitori istituzionali, che liquidano parte dalle loro posizioni long e, in certe circostanze, aprono nuove posizioni short.

Se il mercato ha una view negativa, ovvero ribassista, i piccoli investitori sono portati a liquidare le posizioni long, soggetti alla preoccupazione, mentre le istituzioni di solito chiudono parte delle posizioni short e, in certe circostanze, aprono nuove posizioni long.

L’altro fattore chiave, nelle tecniche di trading, è il rapporto tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura del giorno precedente. Il prezzo di chiusura è determinato, in larga misura, dalle decisioni degli investitori istituzionali che devono stabilire se chiudere o lasciare aperte le loro posizioni.

Tecniche di trading online