Trading binario truffa: è veramente così?

Trading binario: il miraggio del guadagno facile

Trading binario truffa è un’associazione che trova riscontro nell’immaginario collettivo.  A determinare questa percezione negativa concorre la pessima copertura mediatica (alcuni servizi televisivi hanno fatto scuola) e l’atteggiamento di alcuni broker, che adoperano un approccio pubblicitario basato sul sensazionalismo e che quindi porge il fianco alle critiche più accese.

Al netto dei pregiudizi, però, è possibile discutere sui rischi del trading binario, sulle derive che può intraprendere ma anche sulle opportunità. A tal proposito vanno sfatati alcuni miti. In primis, quello del guadagno facile, che rappresenta il motivo più forte che spinge la gente comune a tentare la strada delle opzioni binarie.

Il trading online è difficile da padroneggiare, occorre sacrificio prima per imparare e poi per operare secondo una strategia chiara e affidabile, non certo in base all’istinto.

Broker trading online

Un altro mito da sfatare riguarda la natura dei broker. I detrattori li dipingono come dei truffatori, degli incantatori, il cui unico scopo è appropriarsi del capitale degli ingenui aspiranti trader. Va detto, a tal proposito, che come in tutti gli ambiti della vita quotidiana e professionale, esistono individui cattivi e individui onesti.

Infine, va specificata una piccola grande verità: il trading online, e nella fattispecie quello delle opzioni binarie, non può essere considerato come un “lavoro”. Non ne ha requisiti: non c’è uno stipendio né fisso né tanto meno probabile, non c’è un orario di lavoro, non è possibile programmare, non esiste il concetto di carriera. E’ semplicemente un’attività di investimento, borderline quanto si vuole, ma con le caratteristiche e le dinamiche di qualsiasi altra attività di investimento.

Trading binario rischi: come evitarli

C’è un modo per lasciarsi alle spalle la scomodo associazione trading binario truffa: agire con prudenza, seguendo alcuni consigli, semplici ma in grado di salvare la vita.

In primo luogo, è bene intraprendere un solido percorso di formazione prima di iniziare a tradare. È necessario padroneggiare la teoria, magari frequentando video corsi, leggendo libri, parlando con altri trader giù navigati. E’ possibile, grazie ai conti demo, fare pratica senza correre il rischio di erodere il capitale.

È consigliato studiare bene i broker prima di scegliere a chi affidarsi. La serietà di un intermediario emerge chiaramente dal sito vetrina, soprattutto se ricco di informazioni, anche quelle riguardanti l’eventuale sede fisica della società.

Infine, è necessario mettere in campo una strategia, in grado di mettere al riparo da eventuali perdite di lucidità (che nel trading sono all’ordine del giorno). Attenersi a un codice di comportamento è il modo migliore per evitare perdite di capitale, di fermarsi quando è bene fermarsi, e di premere sull’acceleratore quando il momento è quello giusto.