Trading Fineco opinioni: conviene davvero? Quale l’offerta?

Trading Fineco: l’offerta

Tra le banche che offrono servizi di trading Fineco occupa sicuramente un ruolo di primo piano. E’ un brand che ispira fiducia, attivo nel nostro Paese da quasi vent’anni. Ma la sua visibilità è merito anche di una campagna pubblicitaria che ha posto l’accetto su questioni centrali per chi è interessato a investire online: il servizio si propone come innovativo e basato sulla semplicità di utilizzo.

Quando si parla di trading, però, la semplicità è un concetto molto astratto. L’offerta Fineco non si discosta in realtà dalla concorrenza e presenta anzi alcuni elementi di criticità, che arricchiscono inevitabilmente il discorso trading Fineco opinioni.

Ad ogni modo, Fineco presenta il trading di azioni, forex, cfd, futures, obbligazioni, opzioni, etf, cw e certificates. Dunque, c’è di tutto.

Molto completa anche l’offerta di piattaforme, ve ne sono addirittura quattro. E’ disponibile una piattaforma di web trading, in cui si investe direttamente dal browser con tanto di book e grafici interattivi. A ciò si aggiunge una piattaforma desk, chiamata appunto “Power Desk”, la quale, oltre a offrire book e grafici interattivi, propone le quotazioni push e mette a disposizione praticamente tutti gli asset di Fineco.

Discorso a parte per Logos, piattaforma smart e molto accessibile che permette al trader di investire esclusivamente negli cfd aventi come sottostante alcuni lovemark. Infine, troviamo la piattaforma mobile, che assicura possibilità simili al Power Desk ma quantitativamente inferiori.

Fineco impone delle commissioni. Queste cambiano da mercato a mercato. Ad ogni modo, si va da un minimo di 2,95 euro fino a un massimo di 19,95 euro.

Opinioni Trading Fineco: pro e contro

Proprio la questione dei costi è al centro del discorso trading Fineco opinioni. La maggior parte dei commenti negativi dipende proprio dalle cifre imposte dall’istituto. Facendo un rapido calcolo, si scopre che per ordini inferiori ai 5.000 euro, e prendendo in considerazione la commissione massima, è necessario almeno un 1% di utili, altrimenti è come investire a vuoto. E se si scende sotto lo 0,40% si rischia di andare in perdita.

Certo, esistono anche opinioni positive, e queste prendono le mosse da un indiscutibile pregio di Fineco: l’affidabilità. Questa è evidente soprattutto nel trading dei certificati Cert X e Cert Y, che rappresentano una versione sicura dei Cfd: si basano su determinati sottostanti ma non è richiesto un versamento preventivo.

Un altro aspetto negativo, anche se fisiologico, interessa le opportunità di profitto. La leve finanziaria disponibile è infatti molto bassa, e non va oltre il 20:1. I broker veri e propri offrono molto di più, ma c’era da aspettarselo visto che le leve alte sono esclusive di questi ultimi.

Infine, un punto è favore è dato dalla presenza di strumenti tipici dei broker, quindi profittevoli e ad alto rischio: opzioni binarie, ma anche un buon supporto all’operatività intraday e overnight.

Altre guide e consigli sul trading

Come fare trading con Fineco: pro e conto Come fare trading con Fineco: forex, opzioni e altro ancora Disporre di una buona piattaforma di trading è un requisito imprescindibile per operare al meglio nell’ambito del trading. Vediamo quindi come fare trading con Fineco e quali sono i principali vantaggi di questa soluzione.Fineco propone una piattaforma di trading che ha accesso ai mer...
Trading Fineco opinioni: conviene davvero? Quale l’offerta?